Alla ricerca del denaro: imparare si può

06 Giugno 2012

Alla ricerca del denaro: imparare si può

L'entusiasmo provato ieri per Milano 25 è stato così strabocchevole da non lasciare spazio ad altre considerazioni. Oggi riparo alla mancanza, cogliendo anche l'occasione del rientro in ufficio per riflettere sul tema che è stato oggetto del corso di aggiornamento affrontato presso l'istituto TiForma di Firenze: le sponsorizzazioni a favore degli enti pubblici per la copertura delle spese inerenti le diverse iniziative ed attività.

Ormai di soldi ce ne sono sempre meno nei capitoli del Comune: da qui l'esigenza di stringere alleanze con altri soggetti, pubblici e soprattutto privati, per reperire quelle risorse utili a coprire le necessità a cui con sempre maggiore difficoltà si riesce a far fronte.

Nel corso dei miei approfondimenti professionali mi sono più volte dedicata al tema di come costruirsi un buon "brand" per poter acquisire agli occhi dell'interlocutore la giusta affidabilità grazie alla quale aprire i canali dell'accreditamento. Il corso di oggi tratta invece di un tema squisitamente più tecnico, rimanendo sul fronte meramente giuridico, ragionieristico e fiscalistico: come gestire la dazione di denaro o di beni/servizi da parte dello sponsor, quali relazioni attivare, quali atti predisporre, etc.

L'argomento è estremamente d'attualità. Non tutte le indicazioni fornite dal docente mi convincono fino in fondo, ma complessivamente ne traggo sufficiente giovamento per inquadrare una tematica proprio sui fronti che mi sono culturalmente meno congeniali. Dò quindi un voto di sufficienza piena alla giornata di oggi.