La lettura va gił...

15 Gennaio 2014

La lettura va gił...

Pochi giorni fa l'Istat ha pubblicato l'ultimo rapporto sulla produzione e lettura di libri in Italia: ecco qui il link alla documentazione integrale. http://www.istat.it/it/archivio/108662.

La situazione sta peggiorando: dal 46% del 2012, i lettori di libri in Italia scendono al 43%. Aumenta la forbice tra maschi e femmine (tutti leggono di meno, ma i maschi ancora meno delle femmine), rimangono stabili i grandi squilibri sulla lettura che dipendono dalla localizzazione geografica, dal titolo di studio e dalla condizione economica. L'Italia è piena di Italie diverse: il Trentino Alto Adige vive su un altro pianeta rispetto al meridione d'Italia.

Se poi si pensa che per "lettore" si intende non un vero lettore, ma una persona che ha letto un libro l'anno nel suo tempo libero, la domanda diventa ancora più bruciante: come fa un Paese moderno a non sprofondare nel baratro se non si prende cura dell'istruzione e della conoscenza? Siamo davvero messi male!