L'albero di Percussi

05 Settembre 2015

L'albero di Percussi

Oggi inaugurazione della mostra "I monologhi dell'albero" di Silvia Percussi alla San Giorgio: l'albero è un elemento ad alto valore simbolico, specialmente nella Biblioteca San Giorgio, dove - nella sua versione naturale - domina la grande Galleria Centrale, per poi ricomparire in tante versioni e materiali diversi: in metallo, grazie all'estro di Luigi Papotto, per ricordare le origini industriali della biblioteca, nata sulle ceneri delle officine San Giorgio, poi in versione ormai carbonizzata, sempre grazie a Luigi Papotto (Ascensione), per passare attraverso l'albero dei desideri nella sezione ragazzi, dove i bambini attaccano le loro storie.

Gli alberi sono tra gli oggetti più frequentemente rappresentati dagli artisti. Agli alberi vengono attribuiti forti valori e significati che vanno al di là della semplice rappresentazione oggettiva. L’albero è in tutte le civiltà immagine di simboli fondamentali: il Bene e il Male, la Vita e la Morte, la Conoscenza, l’Umano e il Sacro. Un tempo gli uomini chiedevano alle piante protezione e conforto, illuminazione e consiglio, e intorno ad esse sono fioriti miti e leggende. Così l’albero ha preso diverse sembianze, nomi e poteri, ma è sempre rimasto il simbolo della vita che rigenera continuamente. Le forme contorte dei rami, la rigogliosità delle chiome, le mille sfumature delle foglie, i disegni delle cortecce toccano facilmente le nostre emozioni, suscitando particolari stati d’animo (grazie a: http://www.ascuoladiguggenheim.it/work_details.php?id=287)